abbonati: Post | Commenti | Email

Risposta della Commissione alla mia interrogazione sulla strage di Viareggio.

0 comments

strage-viareggio1
In seguito alla strage di Viareggio, circa un mese fa, ho presentato una interrogazione parlamentare alla Commissione chiedendo che venisse formulata una direttiva con l’obiettivo di stabilire che, in caso di incidente, il risarcimento è dovuto da parte dell’Ente proprietario della rete ferroviaria.
La risposta apre a un intervento legislativo, il cui sviluppo seguirò con attenzione.

P-4404/09IT
Risposta di Antonio Tajani
in nome della Commissione
(1.10.2009)

1. La direttiva 2004/49/CE sulla sicurezza delle ferrovie stabilisce una procedura da seguire per l’indagine tecnica da svolgere in caso d’incidente grave. Detta procedura comporta la notifica dell’apertura di un’indagine all’Agenzia ferroviaria europea, da parte dell’organismo nazionale incaricato delle indagini, nonché la notifica della relazione finale al più tardi un anno dopo l’incidente. Su richiesta, l’Agenzia può partecipare alle indagini. Le relazioni sono pubblicate dall’Agenzia. La direttiva stabilisce anche i criteri cui deve attenersi lo Stato membro per la creazione dell’organismo investigativo nonché le disposizioni che detto organismo deve osservare per la condotta dell’indagine. La direttiva non assegna un ruolo particolare alla Commissione, ma la Commissione segue l’indagine attraverso l’Agenzia e con qualsiasi altro mezzo appropriato in modo da trarne le debite conseguenze, se necessario anche a livello legislativo. In seguito all’incidente di Viareggio, l’8 settembre 2009 la Commissione ha organizzato una conferenza sulla sicurezza ferroviaria cui hanno partecipato. In occasione della conferenza è stato convalidato un piano d’azione proposto dall’agenzia e si è discusso su

2. . Tuttavia, nel caso d’incidenti in cui siano stati coinvolti passeggeri, il regolamento (CE) n. 1371/2007 prevede all’articolo 13 che l’impresa ferroviaria effettui dei pagamenti anticipati. In generale, la direttiva sopra citata sulla sicurezza delle ferrovie precisa che le imprese ferroviarie e i gestori dell’infrastruttura sono corresponsabili della sicurezza dell’esercizio, ciascuno per la parte di sua competenza. Inoltre la direttiva 95/18 stabilisce che per poter ottenere una licenza di esercizio le imprese ferroviarie devono essere coperte da un’assicurazione. Il diritto comunitario è completato, per il trasporto ferroviario, da altre disposizioni previste nell’ambito della convenzione COTIF 1999 e per il trasporto nazionale dalle disposizioni di diritto interno.
La Commissione ha appena lanciato uno studio sull’efficacia dei diversi regimi in vigore che dovrebbe essere ultimato all’inizio del 2010. Sulla base dei risultati di questo studio sarà valutata l’opportunità di un intervento legislativo in materia.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo