abbonati: Post | Commenti | Email

Deputati a diciotto anni? Proposta demagogica.

0 comments

 

giovani

Non mi dispiace il modo in cui il ministro Meloni sta lavorando, ma la proposta di creare deputati 18enni mi sembra superficiale e demagogica”.
Europarlamentare, segretaria regionale del Pd in Friuli, Debora Serracchiani, a dispetto dei 39 anni compiuti, è un’icona dei giovani in politica, lanciata nella primavera scorsa da un applauditissimo discorso ai vertici del suo partito. Dove riconoscere la difficoltà per gli under 40 di farsi largo: “ La classe dirigente di adesso è una fotografia di quella della Fgci degli Anni 70”.
Deputati 18enni e senatori 25enni per rappresentare le esigenze dei ragazzi…
“Mi sembra una clamorosa svista. Un modo con cui non si va alla radice del problema, che è formare una nuova classe dirigente per questo Paese, intervenire sul modello culturale per cui chi ha esperienza la metta al servizio di chi viene dopo. Per i giovani bisogna creare occasioni, e renderli persone consapevoli che si facciano carico del proprio futuro senza delegarlo ad altri. Non vorrei invece che la questione dei deputati 18enni diventasse come quella delle donne, che spesso servono a riempire le liste”.
Anche il capo dello Stato invoca più occasioni per i giovani.
“Assolutamente si. Io come sono venuta fuori? E’ stato un caso: se quel giorno non avessi fatto quel discorso, se non fossi stata particolarmente arrabbiata, se non fossi stata ripresa da Youtube, il partito non mi avrebbe mai candidata alle Europee. Ma il caso non può essere l’occasione: bisogna creare le condizioni perché tutti possano dimostrare quanto valgono. Bisogna imparare ad ascoltare i giovani, e la politica spesso non trova gli strumenti: non si può parlare di coinvolgerli e poi pensare a norme che censurano Internet”.
Lei dice che la classe dirigente del Pd è la stessa della Fgci anni ’70: cosa potrebbe fare allora il suo partito?
“Deve impegnarsi di più perché conoscenza e tecnica politica vengano tramandate. Vorrei che il partito fosse come uno sportello di solidarietà, un luogo di formazione. Hai un problema, ti vuoi confrontare con qualcuno? C’è il circolo del Pd. Non solo per i giovani ma anche per loro. Nel partito ce ne sono tanti preparati: tra quelli con cui sono più in sintonia il consigliere regionale lombardo Giuseppe Civati. Ma ne ho conosciuti molti durante la campagna congressuale, pronti a cogliere l’occasione”.
Il ministro Meloni parla anche di soggiorno temporaneo all’esterno per tutti.
“Su questo sono d’accordo. Strumenti come l’Erasmus dovrebbe essere obbligatori, certo ci vogliono più finanziamenti, per permettere a tutti di farlo. Io feci otto mesi a Londra, dopo la maturità, studiando e lavorando: un periodo all’estero è fondamentale per aprirti la mente e pensare in modo diverso all’integrazione”.

Intervista a Francesca Schianti, per “La Stampa”, 3 gennaio 2009

Segnala questo post anche su:

Technorati Tags: , , , ,

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo