abbonati: Post | Commenti | Email

Radici

0 comments

In una lettera aperta l’ex premier Romano Prodi ha rilanciato un modello federale rafforzato per il Partito Democratico, proponendo di affidare ai segretari regionali l’onere di eleggere il segretario nazionale. L’intervento contiene però anche altri spunti che solo apparentemente sono corollario.
Ad esempio, non mi pare eludibile l’esigenza, sottolineata da Romani Prodi, che il PD rinnovi i modelli di reclutamento e formazione della sua classe dirigente e che la smetta di vivere in una sorta di congresso permanente in cui tutto viene rimesso continuamente in discussione. Sono sicura che ciò è condiviso e anzi richiesto da larga parte della base.
Al tempo stesso, mi sembra sotto gli occhi di tutti e pure generalmente condivisa la necessità di un nostro maggiore radicamento. Affidare questo compito ai segretari regionali mi sembra una conseguenza naturale, se si vuole tener conto delle specificità territoriali e dar loro una voce più forte e adeguata di quanto avvenuto finora.
Sono considerazioni che hanno un loro rilievo soprattutto se vi leggiamo in filigrana la questione del nord con l’annessa sfida del PD per riconquistarne la contendibilità.
Forti dubbi mi sorgono sulla soluzione proposta da Prodi di rinunciare alle primarie a livello nazionale, che sono uno dei punti di forza del PD, e che anzi potrebbero rappresentare il necessario riequilibrio del centro a fronte di una crescita del quoziente federale del partito. E ovviamente, dato che la politica cammina sulle gambe dei politici, vedo il rischio di una banale moltiplicazione dei poteri per venti e in senso personalistico, con i poteri che si trasformano in potentati.
Da parte mia, penso che si debba accentuare di parecchio l’impronta federalista che già ci siamo dati, ma che sarebbe sconsigliabile mettere mano, stravolgendola, alla struttura di un partito ancora adolescente.
Gli spunti di Romano Prodi non sono affatto banali e meditarci su con attenzione può fare solo che bene.
E dato che anche il segretario nazionale Pierluigi Bersani ha riconosciuto gli elementi positivi contenuti nella riflessione di Prodi, mi aspetto che partano presto azioni concrete per migliorare il radicamento e rafforzare la struttura federale del partito.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo