abbonati: Post | Commenti | Email

Duty free

0 comments

Il divieto di portare liquidi nel bagaglio a mano per chi viaggia in aereo cesserà nel 2013. Questa notizia, che certamente verrà accolta con sollievo da milioni di passeggeri che ogni giorno affollano gli aereoporti europei, non deve però far passare in secondo piano gli abusi che si sono realizzati e continuano a realizzarsi in questi mesi nei confronti dei cittadini viaggiatori.
La restrizione, resasi necessaria per tutelare l’obiettivo primario della sicurezza dei cittadini e della lotta al terrorismo, ha di fatto creato una sorta di monopolio dei duty free e dei negozi che vendono bevande nelle zone check-in portando i prezzi delle bottigliette d’acqua a sfiorare anche i 4-5 euro, il doppio del prezzo riscontrabile a pochi metri di distanza nelle zone di libero accesso degli aereoporti.
Sull’ argomento ho presentato un’interrogazione urgente alla Commissione europea, che ha il compito di vigilare sul mercato europeo, per chiedere se non ritenga opportuno, in presenza di tali restrizioni del mercato, imporre anche l’obbligo di distributori gratuiti d’acqua nelle zone duty free o introdurre misure di controllo sui prezzi dei prodotti di primo consumo che non sono ammessi al check-in.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo