abbonati: Post | Commenti | Email

Freedom Flotilla

0 comments

L’assalto compiuto dai militari israeliani in acque internazionali alla Freedom Flotilla diretta a Gaza è un atto di violenza gratuito e ottuso contro le persone e contro il diritto internazionale, le cui conseguenze si stanno già ora facendo sentire sulla stabilità dell’area, e a livello di opinione pubblica mondiale. Il processo di pace, già difficile, subisce uno stop ed è chiaro a tutti che Israele con questo attacco non ha certo aumentato la sua sicurezza.
Ci vuole molta tenacia per andare avanti, ma non posso rassegnarmi a credere che l’altra sponda del Mediterraneo sia condannata a essere tormentata per sempre dalla guerra.
Con questo intento, ho presentato un’interrogazione al Consiglio europeo in cui, ricordando i nuovi poteri e la personalità giuridica conferita all’Unione con il Trattato di Lisbona, ho invitato l’Unione Europea a rafforzare il suo potere negoziale, e potenziare ulteriormente la sua azione in Medio Oriente, eventualmente valutando l’assegnazione di un alto incarico ad hoc.
A fronte di quanto accaduto, delle legittime e forti reazioni internazionali, degli interessi dell’Unione europea a stabilizzare un’area strategica da anni devastata da guerre e violenze, ho chiesto quali precise azioni intende adottare l’Unione Europea.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo