abbonati: Post | Commenti | Email

Volgarità

0 comments

In questi giorni siamo stati sommersi dai pruriginosi dettagli sull’ultima (nota) avventura notturna del premier Berlusconi. La situazione è talmente grave che persino sui siti del centrodestra sono comparse le prime crepe nell’immagine del capo.
Per distrarre l’attenzione dal merito di quello che è accaduto nella vicenda Ruby, cioè l’uso improprio di una posizione pubblica di potere per interessi privati, Berlusconi si è nuovamente esibito nelle volgarità più insopportabili. Non trovo altro modo per definire la frase “meglio essere appassionato di belle ragazze che gay”.
Il ricorso all’omofobia, intollerabile sempre, acquisisce in questa circostanza un aspetto di inquietante cinismo che illumina la disperazione del premier.
Visto che l’operazione “distrazione di massa” stavolta è chiaramente fallimentare, sarebbe ora che Berlusconi la piantasse con le sue battute. Se ci riesce, stia zitto e provi a cominciare finalmente a fare il suo lavoro: governare un Paese da troppo tempo abbandonato a se stesso.
Se non ci riesce, ne tragga le conclusioni e liberi palazzo Chigi dalla sua imbarazzante presenza.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo