abbonati: Post | Commenti | Email

Primarie a Trieste

0 comments

A Trieste domenica si vota per le primarie di coalizione del centrosinistra, con cui si sceglie il candidato sindaco che avrà il compito di scalzare il centrodestra dalla guida della città, dopo dieci anni di chiusura e di declino. All’orizzonte si presentano grandi occasioni che la città non può perdere, a cominciare dal rilancio del porto.
Le primarie sono il rito democratico con cui tutti i cittadini, anche quelli che non sono iscritti ad alcun partito, possono scegliere il candidato migliore, quello che ritengono possa confrontarsi con il centrodestra con maggiori chances di vittoria. Un centrodestra che a Trieste è diviso profondamente, che ha idee molto diverse sulla città, e che va alla ricerca di se stesso attendendo eventi e ordini da Roma. Non è certo un caso se il candidato del centrodestra è ancora ben lontano dall’essere stato scelto.
Il Partito democratico triestino ha dato prova di maturità e responsabilità, e si presenta unito con il suo candidato: Roberto Cosolini.
Cosolini è il mix giusto di esperienza e rinnovamento che serve ai triestini per uscire dalle secche in cui la loro città è stata tenuta troppo a lungo. Trieste deve ritrovare l’orgoglio di essere una grande città, non solo il capoluogo di una regione importante ma anche il riferimento economico e culturale di un’area che si stende molto oltre i confini. L’approccio non provinciale di Cosolini, la sua competenza sui temi del lavoro, dello sviluppo e della ricerca ne fanno un candidato ideale non solo per il centrosinistra, ma per tutti quanti credono che, pragmaticamente, bisogna rimettere in moto Trieste.
Si può votare dalle 9 alle 21, in diciassette seggi. Le istruzioni potete trovarle sul sito www.primarietrieste.it

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo