abbonati: Post | Commenti | Email

Un partito nuovo

0 comments

Ultimamente, qualcuno mi ha rimproverato di starmene un po’ troppo appartata, di non intervenire nel dibattito interno del partito. Il fatto è che sono sempre meno convinta che quello in corso sia un vero ‘dibattito interno’, assomigliando piuttosto a un coro stonato in cui ognuno va per conto suo, nessuno veramente si ascolta, e i più badano in definitiva a ritagliarsi una parte da solista.
Non ambisco davvero ad aggiungere la mia voce al concerto delle dichiarazioni, ma mi sento di dire che non è questa la mia idea di partito, non è questo il Pd che chiedono i nostri militanti né il Pd di cui ha bisogno il Paese.
Molto semplicemente, sono stufa di aprire i quotidiani e di continuare a leggere titoli come “Il Pd si divide sulla Fiat” o “Vendola spacca il Pd”. Credo di essere in buona e fin troppo larga compagnia.
Abbiamo appena ricevuto l’ordine del giorno della riunione della Direzione nazionale del 13 gennaio, che al primo punto annuncia la relazione del Segretario su situazione politica e prospettive. Sarà il primo appuntamento del partito nel 2011, e vorrei sperare che sia l’inizio di un partito nuovo.
Mi spiego: sarà già un partito nuovo se non leggerò un paio di giorni prima sui giornali un’intervista che anticipa la linea e la relazione del segretario, seguite dalle repliche degli altri leader. Sarà nuovo se il 13 gennaio non metteremo la polvere sotto al tappeto, anzi se su quel tappeto decideremo di porre proprio i temi su cui oggi si scontrano le molte anime del Pd. C’è da scannarsi sul lavoro? Bene. Si deve litigare sul sistema elettorale? Facciamolo. Abbiamo bisogno di chiarirci sulle primarie? Sono pronta. Gli organi di partito servono a questo: per discutere, risolvere le questioni aperte e darsi una linea. Ma, per l’appunto, una linea, non una cascata di opinioni divergenti. Questo accade in un partito normale.
I nostri elettori possono perdonarci mille e un errore. Ma dubito che ci perdoneranno se non sapremo sradicare da noi stessi il male originario dei personalismi e delle lotte intestine. Sono tarli che hanno corroso strutture ben più solide del Pd.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo