abbonati: Post | Commenti | Email

Croazia

0 comments

A Strasburgo l’assemblea plenaria del Parlamento europeo ha approvato a larghissima maggioranza (548 si’, 43 no, 42 astenuti) la relazione sullo stato di avanzamento della trattativa di adesione della Croazia. Ha completato 28 dei 35 capitoli del negoziato di adesione, e non le manca molto per diventare il 28esimo Stato membro dell’Ue.
Annunciando il mio voto favorevole, ho detto che accelerare l’ingresso della Croazia nella Ue è fondamentale, anche per la sua posizione strategica di accesso ai mercati dell’Europa centrale.
Anche nella mia qualità di membro della Delegazione alla commissione parlamentare mista Ue-Croazia, ho auspicato che questo Paese compia rapidamente passi avanti con i negoziati per aderire all’Unione europea nella seconda metà del 2012 o all’inizio del 2013, evidenziando la necessità di uno sviluppo integrato dei porti e dei collegamenti ai corridoi europei, anche in vista del fatto che la Croazia usufruirà di un rilevante flusso di finanziamenti europei di cui circa il 60% sarà destinata alle infrastrutture.
Affinché ciò avvenga, la Croazia deve continuare ad adottare le riforme necessarie, in particolare, rafforzando l’amministrazione pubblica e giudiziaria, combattendo la corruzione e assicurando piena collaborazione con il tribunale criminale internazionale dell’ex Jugoslavia.
Nella mia conclusione ho sottolineando anche l’importanza dell’adesione della Croazia in relazione a tutte le voci delle Politica marittima integrata nell’Adriatico, che presto sarà anche formalmente un mare quasi completamente europeo.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo