abbonati: Post | Commenti | Email

Vigilanza

0 comments

Oggi in commissione di vigilanza RAI è stata presentata dal relatore di maggioranza del Pdl, Alessio Butti, la bozza dell’atto di indirizzo sul pluralismo. Una bozza scaduta fin da subito in un colossale paradosso quando ha voluto definire come “evidente posizione dominante da parte di alcuni operatori dell’informazione” la presenza alla conduzione di alcuni talk show politici di conduttori come Floris o Santoro. Se questa è una evidente posizione dominante, allora possedere tre reti televisive private, controllare le reti televisive pubbliche ed ottenere il via libera dal Parlamento per avere la possibilità di acquistare anche i principali quotidiani cos’è? Legittima onnipotenza?
Ormai il clima politico è sempre più caldo, e il fronte dell’informazione si surriscalda di conseguenza. La concreta possibilità di precipitare nel baratro della minoranza, prospettata dai sondaggi, fa perdere il lume della ragione a parecchi parlamentari del Pdl.
Purtroppo l’effetto collaterale è che mettono in serio pericolo, per l’ennesima volta, un bene prezioso come la libertà d’informazione.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo