abbonati: Post | Commenti | Email

Diario italiano

0 comments

Trento, prima tappa, un incontro con gli studenti universitari della Facoltà di Sociologia. Sono in tanti, troppi per l’aula riservata all’incontro. E così ci si sposta nella sala grande, quelle delle conferenze. L’europarlamentare Debora Serracchiani parla con i ragazzi del ruolo dell’Italia in Europa, di politica estera, dell’attività al Parlamento europeo.
Sono tante le domande e la maggior parte riguarda l’immagine del nostro Paese all’estero, in questi tempi di bunga-bunga mentre alle nostre frontiere sono in atto stravolgimenti epocali. «Certamente siamo poco credibili – spiega Serracchiani – e questo produce effetti negativi a tutti i livelli. Basti pensare che qualche mese fa,quando si è trattato di assegnare le sedi per il nuovo Servizio di azione esterna, la diplomazia europea nel mondo, all’Italia sono toccate l’Uganda e l’Albania».
Irrompono le questioni che più stanno a cuore ai giovani, la disoccupazione, il livello di occupazione femminile. Serracchiani passa ad elencare le cifre che parlano dell’arretratezza dell’Italia rispetto agli obiettivi europei. «Un esempio di come il nostro governo agisce in Europa – aggiunge – è quello deleterio della proroga delle multe per le quote latte».
La dimensione europea è il tratto di questi studenti. Una lezione per tanti governi. Poi con il camper, ci dirigiamo alla sala Rosa della Regione, dove con il segretario regionale del Pd Michele Nicoletti si tiene l’incontro “150 anni di Italia tra Europa e Mediterraneo”. Questa volta sono i cittadini a porre domande. Subito il discorso cade sulla Libia e sullo spaesamento del nostro governo di fronte a ciò che è avvenuto. È ancora la Serracchiani a parlare di «incoerenza nella politica per il Mediterraneo. E questo, spiega, ci rende inaffidabili più in generale sul fronte delle politiche occidentali».
Lasciamo Trento, per il Piemonte.
(DAVID SASSOLI, “L’Unità”3 marzo 2011)

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo