abbonati: Post | Commenti | Email

Trieste

0 comments

Ieri sono stata a Trieste per un incontro con la presidente della Provincia, Maria Teresa Bassa Poropat, dedicato alle infrastrutture, ai trasporti e ai progetti europei. L’amministrazione di palazzo Galatti ha svolto un ottimo lavoro in materia di promozione del territorio. Ha saputo cogliere le opportunità offerte dall’Unione europea avviando una serie di progetti di respiro internazionale, puntando su assi strategici come ambiente, trasporti e integrazione sostenibile. Tematiche che consentono, anche in sinergia con gli enti locali di riferimento, di giungere a una integrata valorizzazione del Carso, delle sue qualità e tipicità.
Con Bassa Poropat abbiamo condiviso alcune linee guida essenziali per lo sviluppo e la valorizzazione dell’area della provincia di Trieste: un dialogo che può favorire la realizzazione di nuove iniziative destinate a esaltare le eccellenze e promuovere le peculiarità di un territorio che deve guardare anche alla sua storia come a una risorsa.Ho avuto occasione di esprimere preoccupazione per il silenzio che circonda la sorte del progetto Unicredit. Infatti, né il Governo né la Giunta regionale stanno facendo nulla per dissipare i timori diffusi, amplificati anche dalla stampa nazionale, in merito alla possibile ‘fuga’ di Unicredit verso Capodistria. Per questo ho nuovamente chiesto che si sottoscriva al più presto l’accordo Stato-Regione, prima che sia definitivamente troppo tardi. Preoccupa anche la strada che sta imboccando l’Autorità portuale di Trieste, che sembra voglia rinunciare alla partecipazione ai progetti europei disertando anche un incontro organizzato sul Corridoio Adriatico-Baltico. Completo l’accordo con Bassa Poropat anche sul fatto che Trieste meriterebbe una politica portuale che ne esalti la vocazione internazionale, finalmente libera da mortificanti interessi localistici.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo