abbonati: Post | Commenti | Email

Paralisi

0 comments

Il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, la cui ultima seduta si è svolta il 31 marzo, non ha in previsione alcuna convocazione prima dello svolgimento delle elezioni amministrative del 15 e 16 maggio prossimi.
Con i problemi che ha, la nostra regione non può permettersi tante settimane di fermo in Consiglio regionale. Soprattutto perchè questo fermo viene dopo mesi in cui la produzione legislativa ha raggiunto i minimi storici nella nostra regione.
Le elezioni amministrative non possono essere una giustificazione ragionevole alla vera e propria paralisi del governo regionale, ridotto a intervenire per rappezzare strappi nel diritto della legislazione o per rincorrere le richieste di categorie, imprenditori e lavoratori, tutti egualmente delusi e insoddisfatti.
E’ legittimo il sospetto che i partiti della maggioranza stiano attendendo proprio il risultato delle amministrative, che considerano banco di prova per saggiare le forze in vista della maggiore partita del 2013. Ci sono vecchie insofferenze, ferite aperte di recente e nuove divisioni che rendono assai complessa la geografia interna al centrodestra: basta guardare l’asimmetria delle candidature rispetto agli assetti della maggioranza regionale per capire che la paralisi decisionale è pressoché inevitabile. Ancora una volta ai cittadini viene chiesto il sacrificio di non essere governati e possibilmente tacere.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo