abbonati: Post | Commenti | Email

Tutto va bene?

0 comments

Il ministro degli Affari esteri, Franco Frattini, è stato in Friuli Venezia Giulia per sponsorizzare alcuni candidati alle amministrative. Nell’occasione, ci ha raccontato che tutto va bene: che il progetto Unicredit per la piattaforma logistica di Trieste-Monfalcone sta veleggiando a gonfie vele e che il corridoio Adriatico Baltico non corre nessun rischio.
Invece, a oltre un anno dalla presentazione del progetto Unicredit sarebbe ora di passare dalle parole ai fatti, e non di usarlo maldestramente in chiave elettorale. All’inizio di maggio, come dice Frattini, ci sarà un evento decisivo? Saremo felici. Ma l’esperienza ci ha ammaestrato e gli annunci non bastano più. Era meglio se Frattini fosse venuto a dirci che fine hanno fatto i fondi fantasma per la piattaforma logistica, primo passo concreto verso il progetto Unicredit a Trieste. E se dalla Regione fossero venute notizie del piano regolatore di Monfalcone, magari a precisare se i dragaggi previsti sono funzionali oppure no al progetto Unicredit. Da un anno in qua non si è fatto nulla per rendere appetibile l’investimento, anzi; gli operatori lo sanno e non si fanno prendere in giro dalle passerelle ministeriali.
Lo stesso discorso vale per il corridoio Adriatico Baltico, agganciato alle ragioni del sistema portuale: fermi i porti non servono le ferrovie. In questo senso, oltre al generale atteggiamento apatico, pesa il mancato accordo Stato-Regione e la rinuncia del Governo alla strategia del Danubio in favore di quella Adriatico-ionica, che può servire in Puglia ma non qua. Invece di fare promesse che, si è visto, non sta a lui mantenere, Frattini si attivi subito con l’Austria, che è partner determinante e non ostile, per la salvezza del corridoio Adriatico Baltico. Le cifre parlano chiaro, e dicono che Trieste è inchiodata a 280mila teu contro i 460mila di Capodistria, che entro anni avrà finito il suo secondo terminale, capace di 800mila teu. Pensiamo di stare a guardare?

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo