abbonati: Post | Commenti | Email

Violenze

0 comments

Ieri sera camminando nei pressi di piazza Montecitorio con la sua compagna Ricarda, Paola Concia è stata aggredita verbalmente da un passante che le ha urlato contro: “Lesbiche di merda mi fate schifo”e ha poi continuato: “Vi dovrebbero mettere ai forni”. Alla scena hanno assistito vari passanti, alcuni dei quali hanno anche accusato la deputata per aver risposto all’aggressore. Solo una signora ha avuto parole di condanna per il gesto omofobo.
Per questo Paola merita una doppia solidarietà: per il grave attacco subito e per il gravissimo silenzio degli astanti.
Paola conduce una battaglia difficile non solo per i diritti dei gay, ma per una società più tollerante e libera per tutti, anche per coloro che, indifferenti o acquiescenti, favoriscono questa violenza nei confronti di chi desidera semplicemente vivere la propria vita in armonia con la propria sessualità. Se è certo necessario porre mano alla legislazione ancor prima e più urgentemente bisogna intervenire con la formazione e l’informazione, per estirpare il germe dell’omofobia prima che attecchisca. Perché, a fronte dei casi che emergono, moltissime sono le persone che quotidianamente vengono umiliate, offese o discriminate per il loro modo di amare.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo