abbonati: Post | Commenti | Email

Danimarca/2

0 comments

Ieri a Bruxelles il ministro Maroni ha commentato la scelta politica della Danimarca (vedi il post precedente) con un laconico “non penso nulla”, evidentemente troppo preso ad inventarsi un nuovo “tsunami” antieuropeo da usare come spot elettorale.
Il Governo si deve dissociare subito dalla decisione della Danimarca di ripristinare le frontiere e rompere questo silenzio più che ambiguo su una questione vitale per l’Unione europea com’è il mantenimento della libera circolazione delle persone. Un grande Paese fondatore dell’Ue non può abdicare al suo ruolo per i meschini calcoli di politica interna di un partito xenofobo ed euroscettico.
Le prese di posizione della Germania e dell’Austria, i richiami della Commissione europea e del presidente del Parlamento, le dichiarazioni degli stessi gruppi di maggioranza e minoranza al PE, dovrebbero essere sufficienti per convincere il Governo italiano a un netto pronunciamento in difesa di Schengen.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo