abbonati: Post | Commenti | Email

Battisti

0 comments

I giudici della Corte Suprema brasiliana hanno deciso a favore della liberazione di Cesare Battisti respingendo la richiesta di estradizione avanzata dall’Italia.
La scarcerazione di Battisti è l’effetto di una sentenza gravemente iniqua, un atto che lascia sgomenti e delusi. E’ sconcertante che alti organismi di una nazione democratica come il Brasile abbiano deciso di lasciare in libertà un assassino, rinunciando deliberatamente ad ascoltare l’appello di un senso di giustizia che non dovrebbe conoscere confini o puntigli diplomatici. E’ per questo che torniamo a chiedere al Governo italiano di non rinunciare a nessuna legittima azione capace di ristabilire il diritto.
Azioni doverose nei confronti di chi come Alessandro Santoro, figlio di Antonio il maresciallo assassinato a Udine nel 1978 da Battisti, nella compostezza del suo dramma, pone ora delle questioni rilevanti in merito all’azione della Farnesina rispetto alle autorità brasiliane, su cui sarebbe opportuno fare chiarezza.
Resta infatti intollerabile che questo sciagurato esito del caso Battisti faccia ricadere il dolore del sangue versato unicamente sui familiari delle vittime, gettando per di più una fosca ombra di impunità sulla stagione del terrorismo.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo