abbonati: Post | Commenti | Email

Il nodo

0 comments

Il commissario straordinario per la realizzazione della linea ferroviaria ad Alta velocità/Alta capacità tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, Bortolo Mainardi, ha recentemente esposto in un’intervista sul ‘Gazzettino’ le difficoltà di realizzazione di questa infrastruttura sulla tratta Venezia-Trieste, ma ha svolto anche delle considerazioni che aprono prospettive e che dunque meritano attenzione.
In premessa, vorrei chiarire che il ricorso alle strutture commissariali straordinarie deve rappresentare sempre l’ultima ratio di fronte al blocco delle capacità decisionali della politica. Poi, nel merito, spetta ai vertici istituzionali e politici alla guida del Veneto e del Friuli Venezia Giulia seguire il giusto invito di Mainardi a un approccio che faccia sintesi tra sostenibilità dell’impatto ambientale e necessità di dare impulso alla competitività territoriale del nordest. In particolare al Veneto è richiesto di attivarsi per sciogliere il nodo del tracciato, ascoltando l’appello a fare presto che viene dalle categorie produttive, e prendendo atto una volta per tutte che quello costiero assomma in sé il massimo dei costi ambientali ed economici. La regione Veneto dunque, che è all’origine del ritardo, invece di insistere con soluzioni che disincentivano gli investitori privati dovrebbe adoperarsi per accelerare l’approvazione del progetto preliminare.
E l’intervento degli investitori privati non deve assolutamente essere pensato come un “fai da te” per tamponare il deficit infrastrutturale, sostitutivo dell’intervento dello Stato, per il quale i cittadini pagano le tasse, ma come un moltiplicatore delle risorse che lo Stato deve comunque mettere, perché l’Alta velocità non è un investimento per il nordest ma per tutto il Paese.Mantenere il Corridoio 5 e altre infrastrutture strategiche per l’Italia fra le priorità europee, e quindi continuare ad assegnargli un rilievo economico e di coesione, è un compito su cui il Governo deve impegnarsi utilizzando tutte le sue energie.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo