abbonati: Post | Commenti | Email

I bubboni

0 comments

La manovra economica che ha iniziato il suo cammino al Senato deve garantire al Paese più affidabilità verso i mercati finanziari. I soggetti maggiormente colpiti dai provvedimenti previsti dal Governo saranno quelli direttamente controllati, ossia i lavoratori e le imprese. In più, manca una strategia capace di riaccreditare realmente la reputazione dell’Italia sui mercati finanziari, in quanto non vi è nulla che affronti seriamente e strutturalmente il problema dei costi dell’illegalità.
Corruzione, criminalità organizzata, disoccupazione indotta dalla malavita, evasione fiscale, sono i bubboni che succhiano il sangue dal corpo produttivo del Paese, trasformando una realtà potenzialmente sana nella debole compagine socioeconomica che abbiamo sotto gli occhi.
Per combattere la corruzione in Italia occorrono soluzioni di ordine organizzativo, ossia rimedi finalizzati a prevenire o ad evidenziare la patologia, che se affrontata solo sul versante della repressione non può essere sconfitta.
Contro l’evasione fiscale il PD ha presentato emendamenti alla manovra finanziaria che costituiscono un pacchetto di misure efficaci e non solo di facciata, tali da produrre effetti immediati, consistenti e concreti. Alcuni di questi interventi in parte riprendono misure dolosamente abolite dal governo Berlusconi:
a) tracciabilità dei pagamenti superiori a 1.000 euro (pensare a somme più elevate significa lasciare di fatto tutto come è oggi) ai fini del riciclaggio e soglie più basse, a partire dai 300 euro, per l’obbligo del pagamento elettronico per prestazioni e servizi; b) obbligo di tenere l’elenco clienti-fornitori, il vero strumento di trasparenza efficiente; c) descrizione del patrimonio nella dichiarazione del reddito annuo con previsione di severe sanzioni in caso di inadempimento.
Il dialogo con il Governo comincia dalla condivisione di provvedimenti come questi, altrimenti è inutile sprecare il fiato.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo