abbonati: Post | Commenti | Email

Barroso e gli Eurobond

0 comments

Il silenzio della Commissione europea sta durando troppo a lungo, e questo non è positivo.
Durante l’ultima settimana di passione delle borse ci aspettavamo che la Commissione svolgesse un ruolo molto più attivo e che da lei venisse un richiamo alla necessità di arginare la speculazione della finanza sull’economia reale e di rafforzare l’azione delle politiche per il lavoro e gli investimenti produttivi.
A parte il recente richiamo del commissario per gli affari economici e monetari Olli Rehn a una veloce approvazione del pacchetto di misure anticrisi decise lo scorso 21 luglio dai leader dell’Eurogruppo, la massima autorità europea non ci ha detto come la Commissione intende agire a salvaguardia della stabilità e della competitività dei mercati finanziari europei.
Il presidente Barroso dovrebbe dire una parola autorevole sugli eurobond, anche se e soprattutto perché si tratta di un capitolo difficile, su cui si gioca il salto di qualità del federalismo dell’Unione europea.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo