abbonati: Post | Commenti | Email

Fincantieri/3

0 comments

Entro la fine dell’anno la Commissione Ue dovrebbe decidere la proroga e la revisione del regime speciale per gli aiuti alla cantieristica, un intervento che avrebbe un impatto positivo sull’individuazione di una soluzione anche alla crisi Fincantieri. Un regime fondamentale anche per il mantenimento dell’attività produttiva dei cantieri navali di Monfalcone.
E’ positivo che la Commissione intenda intervenire in favore della cantieristica, che non può continuare a reggere una concorrenza assolutamente squilibrata da parte di Cina e Corea del Sud.
Nel giugno scorso in occasione dell’incontro con il commissario Tajani per discutere del rilancio del settore marittimo gli europarlamentari del Pd hanno sensibilizzato la Commissione affinché sia difeso questo settore industriale importante e strategico in molti Stati dell’Unione, e particolarmente in l’Italia dove il mantenimento della competitività a livello internazionale è sinonimo di salvaguardia dei livelli occupazionali.
Nei mesi scorsi, sollecitando formalmente sui problemi della cantieristica la Commissaria europea per gli Affari marittimi, Maria Damanaki, avevo ribadito che al Parlamento europeo noi abbiamo fatto e continueremo a fare la nostra parte per la cantieristica italiana, ma serve maggiore sinergia: anche il Governo deve dimostrare di saper sostenere gli interessi nazionali, sia in sede Ue sia varando al più presto misure di rilancio per il settore, magari inserendole in un serio decreto Sviluppo.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo