abbonati: Post | Commenti | Email

Fvg e Unione Europea

0 comments

Il presidente del Friuli Venezia Giulia Renzo Tondo ha detto di pensare “a una macroregione di cui facciano parte Friuli Venezia Giulia, Veneto, Carinzia, Slovenia, Croazia in cui tutti lavorino insieme”. La Giunta farebbe bene ad impegnarsi affinché il Friuli Venezia Giulia torni a essere la regione avanzata su cui l’Italia investe nelle relazioni con i nuovi Paesi membri e non un territorio soltanto schiacciato dal peso della loro concorrenza.
Il Friuli Venezia Giulia ha già avuto l’occasione di essere parte di una vera e forte macroregione, e cioè di quella Danubiana, in cui ci sono Slovenia, Carinzia e Croazia, ma Berlusconi, Frattini e la giunta Tondo non hanno voluto nemmeno provare a giocare quella partita. Rinunciare a tentare di inserirsi in quella macroregione e ai robusti fondi stanziati è stato un errore addirittura rivendicato dalla Giunta Tondo, che non si rimedia col vago auspicio di lavorare tutti insieme.
Invece di continuare a manifestare il noto deficit di cultura dei rapporti internazionali e delle conseguenti iniziative strategiche a livello europeo, con l’ingresso della Croazia ci sono opportunità da cogliere. Ad esempio la giunta Tondo potrebbe impegnarsi subito per ottenere l’autorità di coordinamento del programma Ipa Adriatico, in modo che la regione sia centrale nella nuova programmazione dei fondi per lo sviluppo delle regioni che si affacciano sull’Adriatico.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo