abbonati: Post | Commenti | Email

Sicurezza in mare/2

0 comments

A seguito dell’incidente della nave Costa Concordia, il commissario ai Trasporti Siim Kallas oggi è venuto al Parlamento europeo e ci ha informato della sua decisione di accelerare la revisione delle regole per la sicurezza dei passeggeri e della volontà di rassicurare che tutti i fattori e le circostanze di questo incidente saranno presi in considerazione nella revisione. Kallas sottolinea il rischio inquinamento marittimo e dice che la commissione attende il risultato delle indagini e valuterà i risultati. Ricorda inoltre che dal 1 gennaio 2013 entra in vigore la normativa sugli indennizzi prevista dalla Convenzione di Atene, che però l’Italia non ha ancora ratificato.
Il Commissario ci ha assicurato che saranno affrontate le questioni della stabilità delle navi passeggeri, le cui norme devono essere aggiornate con l’evoluzione tecnica dei materiali utilizzati, la preparazione degli equipaggi e le operazioni di soccorso, incluse le procedure di emergenza in caso di evacuazione. Sulla sicurezza dei passeggeri sarà, inoltre, lanciata una consultazione pubblica nel mese di febbraio.
A Kallas ho rivolto una domanda diretta per sapere se tra i compiti dell’Agenzia europea per la sicurezza marittima (EMSA) ci sia quello di definire i parametri minimi e necessari per garantire la sicurezza delle imbarcazioni destinate al trasporto di passeggeri, anche relativamente alle distanze da osservare in fase di navigazione, con particolare riguardo alle aree di rilievo ambientale e paesaggistico. Ho chiesto anche se tra detti compiti vi siano anche quelli per la formazione e l’aggiornamento del personale di bardo in caso di evacuazione.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo