abbonati: Post | Commenti | Email

L’assassino

0 comments

L’ex terrorista rosso Cesare Battisti, attualmente in Brasile, ha chiesto al presidente Napolitano durante un’intervista a “Le Iene” di avere “una possibilità di difendersi, di presentarsi davanti ad un tribunale in Italia”. Nella stessa intervista Battisti ha definito Napolitano “un irriducibile degli anni ’70, dell’ex Pci stalinista”.
Battisti è un assassino evidentemente ancora ispirato dalla volontà di fare del male.
Dopo aver stroncato delle vite umane, dopo aver colpito i loro cari con una latitanza odiosa, Battisti non riesce ad astenersi nemmeno dall’estrema derisione di questo farneticante appello a Napolitano. Otterrà il solo risultato di veder rinnovare le pressioni sulle autorità brasiliane che stanno consentendo un’ingiustizia e una macabra sceneggiata.
Io sono concittadina del figlio di Antonio Santoro, il maresciallo capo della Polizia penitenziaria ucciso nel 1978 da Cesare Battisti a Udine davanti al carcere, e ogni volta che Battisti prende la parola in questo modo penso ai familiari delle vittime e al loro dolore che non trova pace.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo