abbonati: Post | Commenti | Email

Il giorno del ricordo

0 comments

Oggi, 10 febbraio, ricorre e si celebra in tutta Italia il Giorno del ricordo, istituito con una specifica legge del 30 marzo 2004 voluta a larghissima maggioranza dal Parlamento italiano per commemorare le vittime delle foibe e l’esodo degli istriani, fiumani e dalmati. Una tragedia troppo a lungo e troppo spesso dimenticata, che ci ricorda come l’esasperazione dei nazionalismi e dell’appartenenza ideologica siano stati tra le massime sciagure d’Europa.
Ricordare non ci è richiesto soltanto dal rispetto dovuto alle tante persone che trovarono la morte in un modo disumano e ai tantissimi istriani, fiumani e dalmati che per amor di libertà o per aver salva la vita dovettero troncare le loro radici. Ricordare è anche un atto di pietà per tutti coloro che sono scomparsi senza aver mai ottenuto giustizia, e di magro postumo risarcimento per quanti dovettero vedere liberi i carnefici dei loro cari.
Dopo essere usciti dal secolo breve grondanti di sangue, abbiamo il dovere di un impegno supremo nei confronti delle vittime e degli esuli, affinché il loro sacrificio ci insegni ad amare nella nostra Patria anche quella degli altri. Tutti riuniti nel comune alveo di un’Unione europea fondata sul diritto e sulla tolleranza.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo