abbonati: Post | Commenti | Email

Fyrom

0 comments

Il parlamento europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha approvato a larghissima maggioranza una risoluzione sull’ex Repubblica jugoslava di Macedonia (Fyrom) con 582 voti a favore, 70 contrari e 34 astenuti, con cui si chiede di avviare il prima possibile i negoziati di adesione fra Bruxelles e Skopje. Nella mia dichiarazione ho espresso il parere che il voto di oggi sui progressi compiuti dall’ex Repubblica Jugoslava di Macedonia (Fyrom) tiene conto delle difficili sfide che il Paese ha affrontato. Anche se ancora molto resta da fare, mi compiaccio dei progressi compiuti in campo sociale e nella lotta alla corruzione, se si considera che negli ultimi cinque anni il Paese ha guadagnato 40 posizioni nell’Indice di percezione della corruzione di “Tansparency International”.
Preoccupano però i recenti gravi episodi di violenza, i peggiori dal 2001 quando il Paese arrivò sull’orlo della guerra civile, che hanno contrapposto la minoranza musulmano-albanese e la maggioranza cristiano-ortodossa macedone. Depreco il rischio che le forme attuali di condivisione del potere giungano a istituzionalizzare le etnie e trasformino il Paese in uno Stato frammentato, mettendo a rischio i principi democratici.
Mi auguro che le libertà e i diritti fondamentali previsti da uno Stato di diritto siano rispettati.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo