abbonati: Post | Commenti | Email

Krsko

0 comments

Al termine di un incontro con il presidente della Slovenia, Danilo Turk, Tondo ha annunciato che avrebbe chiesto un incontro al ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera per parlare dell’ipotesi di un potenziamento della centrale nucleare di Krsko in Slovenia. Questa è un’altra conferma dell’indifferenza del presidente della Giunta per il voto democratico dei cittadini: è un vero peccato che Tondo non voglia rassegnarsi al fatto che l’Italia ha detto addio al nucleare.
Il referendum popolare ha dato, a chi ha responsabilità di governo in Italia, una chiara indicazione di condotta che non può fermarsi al confine sloveno. Invece il presidente della nostra Regione sta ormai da anni spingendo per la partecipazione italiana al raddoppio di Krsko, quasi che portare le risorse dell’Enel in Slovenia sia la via per risolvere i problemi energetici del Friuli Venezia Giulia.
C’è da chiedersi se Krsko rientri in un piano energetico regionale noto al solo Presidente, perché in tal caso gli chiederemmo di tirarlo fuori. Così potremmo cominciare a discutere seriamente, ad esempio su come valorizzare la potenzialità delle centrali di sito di Monfalcone e Torviscosa.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo