abbonati: Post | Commenti | Email

Ilaria e Miran

0 comments

Il 20 marzo 1994 venivano assassinati a Mogadiscio Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. A distanza di diciotto anni i responsabili di quella tragedia non sono ancora stati assicurati alla giustizia.
Ilaria e Miran sul teatro di guerra somalo stavano realizzando un’inchiesta sul traffico di armi e di rifiuti tossici. Le varie inchieste hanno dimostrato che questo è stato il vero movente all’origine dell’assassinio dei nostri due giornalisti.
Dopo diciotto anni, la loro opera e il loro spirito rimangono vivi grazie a due associazioni che ne mantengono la memoria: l’Associazione Ilaria Alpi (www.ilariaalpi.it) e l’Associazione Lucchetta Ota D’Angelo Hrovatin (www.fondazioneluchetta.org).
Dal sito di quest’ultima traggo un brano che ricorda chi era Miran Hrovatin, giornalista triestino:
“Bastava dirgli che in un dato posto accadeva un fatto e lui partiva, tornando con immagini essenziali, eloquenti, originali.
Se ne sarebbero potuti ricavare reportage senza commento: solo immagini ed effetti sonori.
Per più di quattro anni Miran ha vissuto la tragedia dei Balcani dribblando i rischi del mestiere con una sicurezza che derivava da una grande professionalità; e dall’esperienza di uno che, di famiglia slovena, parlava altre tre lingue, e con la sua innata simpatia, la risata travolgente, era diventato popolarissimo in tutti i luoghi deputati dell’informazione, dai centri stampa ai grandi alberghi.
Quando il TG3 gli ha proposto una missione in Somalia assieme a Ilaria Alpi a Miran non parve vero di andare, finalmente, “in un posto dove non sanno cos’è la neve e si può fare il bagno in mare”.
Ma in un pomeriggio pieno di sole il mitra di un sicario lo ha freddato assieme alla sua collega, nonostante la scorta armata.
E nel mare d’Africa non si è immerso mai.”
Noi non smettiamo di chiedere che i responsabili paghino, e sia fatta chiarezza su tutti gli oscuri silenzi che li coprono.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo