abbonati: Post | Commenti | Email

Lusi

0 comments

La procura di Roma ha chiesto l’autorizzazione all’arresto in carcere per l’ex cassiere della Margherita, il senatore Luigi Lusi, accusato di aver sottratto dai fondi dei rimborsi elettorali del partito oltre venti milioni di euro. Secondo i magistrati sussiste il pericolo di inquinamento delle prove e di reiterazione del reato. Adesso tocca al Senato pronunciarsi sul provvedimento.
Il Partito democratico ha sempre sostenuto che il seggio parlamentare non è uno scudo che serve a proteggere dall’azione della magistratura: ora si tratta di essere coerenti con questa nostra linea e concedere l’autorizzazione all’arresto.
Stanno emergendo notizie di comportamenti che sarebbero già infamanti per qualunque cittadino comune, ma che commessi da un membro del Parlamento confinano con il tradimento del mandato popolare. Il più delicato dei compiti, cioè l’amministrazione dei fondi pubblici che devono servire al funzionamento della democrazia, è stato trasformato in un losco affare d’interesse privato.
È necessario che il Pd prenda la leadership del rinnovamento e della trasparenza, e contribuisca senza esitazione a preservare la dignità del Senato e la credibilità della politica.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo