abbonati: Post | Commenti | Email

Basta commissari!

0 comments

In un’intervista, rilasciata all’Unità, il presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani proponeva al Governo di semplificare la burocrazia in modo da non avere più bisogno di commissari, perché dove “ci sono istituzioni che funzionano” bisogna seguire la filiera istituzionale, e se “servono strumenti di semplificazione” vanno trovate “le soluzioni più adeguate, ma attraverso il sistema delle istituzioni”. Sulle gestioni commissariali il presidente Tondo potrebbe utilmente prendere esempio dal suo collega Vasco Errani.
Una rivendicazione simile avremmo voluto sentire dal presidente di una Regione autonoma come la nostra, portatrice finora di una tradizione di buona amministrazione e istituzioni funzionanti. Da noi non devono partire querule richieste a Roma matrigna, ma chiare e concrete proposte di semplificazione e sburocratizzazione.
Dovrebbe far riflettere il fatto che un commissariamento come quello della Laguna di Grado e Marano ha dovuto essere chiuso da Roma, quando invece doveva essere la Regione a chiedere la fine di un istituto costoso e inutile. E così, la battaglia per il commissario alla terza corsia riempie il vuoto di soluzioni alternative e apre all’ipotesi di ritirata dall’opera.
Ancora una volta, dal confronto, risulta chiaro che la specialità non è un tesoretto da custodire ma, come gli evangelici talenti, una risorsa da far fruttare e da rimeritarsi con l’impegno e l’intelligenza. Se in piena emergenza terremoto un presidente di Regione a statuto ordinario sente il dovere di rivendicare il ruolo delle istituzioni territoriali, il presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia non potrebbe fare almeno altrettanto?

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo