abbonati: Post | Commenti | Email

Film Commission

0 comments

Tutto è cominiciato quando l’assessore leghista Seganti è intervenuta a tagliare i fondi che avrebbero sostenuto la realizzazione di un film di Marco Bellocchio ispirato alla vicenda di Eluana Englaro. Dopo una serie di vicissitudini grottesche, sembra che siamo al capitolo finale.
La maggioranza di centrodestra ha annunciato l’intenzione di trasferire a Turismo Fvg il compito di sostenere le imprese cinematografiche, finora assegnato alla Film Commission scrivendo la parola fine sulla storia di una struttura che in questi anni ha portato diversi benefici a questa Regione. La chiusura di Film Commission è un errore commesso consapevolmente e senza possibilità di riscatto.
Se serviva, questa è l’ennesima conferma che nel centrodestra la Lega fa e disfa, anzi disfa e basta. Sono infatti palesemente pretestuose le ragioni economiche addotte dal presidente Tondo, emerse con straordinario tempismo proprio in coincidenza con la “grana” del film di Bellocchio.
Inoltre lascia a dir poco perplessi il fatto che la delega delle azioni già in capo alla Film Commission finisca proprio a quell’assessore leghista che aveva compiuto il blitz sul finanziamento al film ispirato di Bellocchio. Che poi il braccio strumentale sia quell’Agenzia Turismo Fvg, che non ha le competenze tecniche per valutare le proposte di finanziamento e che non si può dire brilli per trasparenza di gestione, è ulteriore motivo di preoccupazione.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo