abbonati: Post | Commenti | Email

Doppia preferenza

0 comments

Ieri abbiamo presentato una proposta di legge di modifica del sistema elettorale regionale della regione Friuli Venezia Giulia per l’introduzione della doppia preferenza di genere, promossa dal Gruppo consiliare del Partito Democratico e sottoscritta da tutti i consiglieri di opposizione.
L’iniziativa legislativa intende dare all’elettore la possibilità di “esprimere uno o due voti di preferenza a favore di candidati alla carica di consigliere regionale compresi nella lista votata. Nel caso di espressione di due preferenze, una deve riguardare un candidato di genere maschile e l’altra un candidato di genere femminile della stessa lista, pena l’annullamento della seconda preferenza”.
Questa proposta di legge non istituisce “quote rosa” ma allarga la possibilità di scelta degli elettori, come è stato verificato nel caso della regione Campania, che già ha introdotto l’istituto della doppia preferenza (facoltativa) uomo-donna per l’elezione dei Consiglieri regionali. La legge non stravolge né l’iter né l’esito del procedimento elettorale e dunque ha avuto l’approvazione della Corte costituzionale.
La doppia preferenza di genere non è solo una questione di civiltà, ma anche una sfida culturale e un investimento su una risorsa di cui il Paese e il Friuli Venezia Giulia hanno grande bisogno, cioè le donne. Dall’atteggiamento del centrodestra di fronte a questa proposta di legge capiremo la sua visione sul futuro della nostra Regione. La nostra richiesta è che il presidente Tondo si impegni in prima persona.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo