abbonati: Post | Commenti | Email

Diritti umani e Ue

0 comments

L’alto rappresentante per gli affari esteri dell’Unione Europea, Catherine Ashton, ha nominato oggi il greco Stavros Lambrinidis, ex ministro degli esteri di Atene e parlamentare europeo del Pse, come primo rappresentante speciale della Ue per i diritti umani. La tutela dei diritti umani rappresenta una “priorità assoluta” per l’Unione europea, ha spiegato la Ashton, in occasione della presentazione di Lambrinidis a Bruxelles. Il nuovo rappresentante speciale Ue ha un mandato ampio e flessibile, che consentirà di fare fronte alle varie situazioni. Lambrinidis lavorerà a stretto contatto con la Ashton e con il servizio di azione esterna. Quello di rappresentante speciale non è un ruolo facile ma metterà la protezione dei diritti umani al cuore dell’azione diplomatica dell’Unione. L’incarico comincerà formalmente da settembre ed avrà una durata di due anni. Sappiamo che la politica estera europea è ancora più un’aspirazione che un fatto tangibile e attivo, nonostante l’impegno che può metterci Lady Ashton. E dunque non ci nascondiamo nemmeno che a Lambrinidis aspetta un compito estremamente difficile, anche perché i suoi poteri saranno verosimilmente di “moral suasion”. L’istituzione di questo ruolo resta tuttavia una decisione, per ora, simbolicamente importante, che dovrà crescere con il peso della politica estera dell’Unione europea. Ovviamente, l’UE del futuro, non questa che è sotto lo scacco della crisi.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo