abbonati: Post | Commenti | Email

Windjet

0 comments

Non è accettabile che sul territorio dell’Unione Europea vi siano migliaia di viaggiatori, tra cui donne, vecchi e bambini che, senza loro responsabilità alcuna, sono costretti a bivaccare negli aeroporti.

Trecentomila persone con un biglietto pagato con la compagnia Windjet per voli sino ad ottobre rischiano di restare a terra o nella migliore dell’ipotesi di riuscire a volare con un’altra compagnia aerea dovendo però pagare un supplemento. Di fronte a questa situazione, come membro della commissione Trasporti all’Europarlamento, ho fatto pervenire urgentemente un’interrogazione alla Commissione europea.

Ho evidenziato la necessità che la Commissione presenti un regolamento unico per i diritti dei viaggiatori, dato che al momento la situazione degli Stati membri è eterogenea e alcune regole devono ancora entrare in vigore, e ho chiesto inoltre quali misure ritenga di adottare per prevenire il ripetersi di una simile situazione e per rafforzare le norme sull’assistenza e sul risarcimento in caso di cancellazione o ritardo dei voli, inclusi i ritardi di bagagli. Ciò in conformità alla risoluzione recentemente approvata dal Parlamento europeo allo scopo di garantire un trattamento equo e assicurare diritti più ampi per tutti i viaggiatori.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo