abbonati: Post | Commenti | Email

Lega e/o Province

0 comments

I capi della Lega nostrana o proprio non sanno quello che vogliono, oppure vogliono che tutto rimanga com’è.

Basta infatti una breve rassegna delle ultime esternazioni sulla riorganizzazione territoriale di alcuni esponenti del Carroccio targato Fvg per capire che da lì non può uscire una proposta concreta. Nelle ultime settimane abbiamo sentito Fontanini farsi portabandiera di un Grande Friuli che si stenderebbe da Pordenone alla città di Gorizia: può non badare al presidente pidiellino della provincia di Pordenone, Alessandro Ciriani, che minaccia di far saltare i ponti sul Tagliamento pur di non andare ‘sotto Udine’, ma dovrà però mettersi d’accordo col suo compagno di partito e consigliere regionale Federico Razzini, il quale invece considera ‘obsolete’ le ipotesi di Grande Friuli. Anzi, Razzini propone una ‘grande provincia di Gorizia e Trieste’, il cui capoluogo potrebbe essere Gradisca o Monfalcone, la cittadina dove casualmente è anche consigliere comunale. Ancora diversa l’idea del segretario regionale, Matteo Piasente, e del capogruppo consiliare, Danilo Narduzzi, che lanciano l’abolizione di tutte le Province e il trasferimento del capoluogo regionale da Trieste a una sede ‘più baricentrica, ragionevolmente a Udine’. Idea che comprensibilmente non va giù al deputato leghista Massimiliano Fedriga e all’assessore Seganti, entrambi triestini. Anche su Trieste sono divisi: Piasente e Narduzzi la vogliono città metropolitana, Razzini la considera ‘un’idea velleitaria’.

Con questi presupposti si va poco lontano, e chi rischia di rimetterci sono sempre quelli: i cittadini che hanno bisogno di una Regione più unita ed efficiente.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo