abbonati: Post | Commenti | Email

La Rai in carcere

0 comments

Rimane sistematicamente trascurato un tema che dovrebbe essere al centro degli interessi di ogni società civile: le carceri. Mi sarei aspettata che la Rai desse maggiore spazio a questo problema.
Il servizio radiotelevisivo pubblico in particolare dovrebbe accendere i suoi riflettori su una realtà il cui degrado è sempre più intollerabile. Dietro quelle mura migliaia di persone, talvolta madri con figli piccoli, non si limitano a scontare la loro condanna, ma patiscono nel silenzio una pena aggiuntiva: l’umiliazione dei loro diritti di cittadini carcerati. E’ una situazione che non può continuare a essere sottratta all’attenzione degli italiani: sovraffollamento, problemi igienici, inefficienza della macchina della giustizia e tempi dilatati all’infinito si traducono troppo spesso nel dramma dei suicidi, numerosi tra la popolazione carceraria ma anche tra il personale di polizia penitenziaria. Gli italiani devono sapere.
Per un breve momento è sembrato che la Rai avrebbe aperto i suoi microfoni sull’arcipelago-carcere con un nuovo programma condotto da Massimo Giletti e da Klaus Davi. Poteva essere un’occasione di verità e informazione, ma ancora una volta rimarrà un’occasione persa. Pare infatti che la Rai abbia deciso di privilegiare l’intrattenimento leggero, che certo non manca nei suoi palinsesti, all’approfondimento e all’inchiesta: al posto di Giletti e Davi andrà in onda un programma condotto da Lorella Cuccarini.
Ognuno fa il suo mestiere e non avrebbe davvero senso prendersela con la Cuccarini, ma è legittimo chiedersi perché il servizio pubblico sia così recalcitrante a far conoscere ai suoi abbonati una realtà drammatica, che io stessa ho potuto verificare in prima persona visitando le carceri della mia regione, il Friuli Venezia Giulia, dove nonostante gli sforzi del personale quest’anno si sono già registrati due suicidi.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo