abbonati: Post | Commenti | Email

Appello per la Ferriera

7 comments

Una grave crisi sta investendo la siderurgia triestina, nello specifico lo stabilimento della Ferriera di Servola del Gruppo Lucchini, e quello della Jindal Saw Italia Spa (ex Sertubi Spa). L’attività dei due impianti è strettamente correlata, ed entrambi gli stabilimenti rischiano la chiusura entro la fine dell’anno. Considerato che i due impianti occupano oltre 700 persone (500 nello stabilimento Lucchini e 200 nell’ex Sertubi), cui vanno aggiunti circa altri 500 lavoratori dell’indotto, la loro dismissione genererebbe una crisi occupazionale gravissima.
E’ per questo che ho rivolto un appello al vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, responsabile per l’industria e l’imprenditoria, e ad Amalia Sartori, presidente della commissione per l’industria, la ricerca e l’energia dell’Europarlamento.
Tajani di recente ha incontrato i vertici delle principali aziende siderurgiche europee, ha richiesto al Consiglio Europeo Competitività di inserire all’ordine del giorno, il 10 e 11 ottobre prossimi a Lussemburgo, il tema della crisi della siderurgia nell’Ue, e sta lavorando alla stesura di un Piano europeo sulla siderurgia da approvare entro la metà del 2013. Il momento appare dunque estremamente opportuno per portare a conoscenza della Commissione europea la grave crisi che sta investendo la Ferriera e l’ex Sertubi, ed è per questo che ho lanciato a Tajani un appello per aiutare la siderurgia triestina a rientrare all’interno del Piano europeo cui si sta lavorando, inclusa la segnalazione di fondi comunitari cui ricorrere ai fini di una riconversione dello stabilimento di Servola.
In vista di ciò, ho scritto a Tajani che sarebbe molto utile una sua visita a Trieste, per meglio acquisire elementi di conoscenza diretta della situazione ed eventualmente aprire un coordinamento con il Tavolo già attivato con Governo, Regione, enti locali rappresentanti degli industriali e organizzazioni sindacali. Un simile invito o rivolto ad Amalia Sartori, in quanto una visita analoga a quella fatta a Taranto nei giorni scorsi sarebbe anche il segno di un’attenzione di altissimo livello che darebbe speranza alla città e ai lavoratori.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

LODI: Festa dell'Unità

mer. 3 settembre, dalle 18:00 alle 19:00

CREMA: Festa dell'Unità del Cremasco

mer. 3 settembre, dalle 20:00 alle 21:30

BOLOGNA: festa dell'Unità nazionale del PD

ven. 5 settembre, dalle 17:00 alle 18:00

FIRENZE: Festa dell'Unità

mer. 10 settembre, dalle 19:30 alle 20:30

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo