abbonati: Post | Commenti | Email

Il pasticciaccio

0 comments

Oggi la Commissione Affari Costituzionali del Senato ha approvato la bozza di riforma della legge elettorale dando via libera alla cosidetta “bozza Malan” che prevede, fra le altre cose, il ritorno delle preferenze e un premio di maggioranza del 12,5% alla coalizione vincitrice. Un voto in cui si è ricomposto uno schieramento che pareva superato. Invece, quello che si prospetta sulla legge elettorale è un “pasticcio brutto” che bisogna evitare in ogni modo.
Intorno alla foschia delle preferenze e all’alchimia dei premi e degli sbarramenti si è dunque ricostituito un asse tra Pdl, Lega e Udc che risulta inquietante per le memorie che evoca. Ancora una volta sembra che la legge elettorale non debba essere fatta per l’interesse del Paese ma su misura per le elezioni in arrivo, e ancora una volta si rischia di fare un passo indietro. Perché, se possibile, questa bozza Malan è peggio del porcellum.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo