abbonati: Post | Commenti | Email

Croazia-Trieste

0 comments

La Comunità croata apre a Trieste le celebrazioni per l’ingresso della Croazia nella Ue.Questo è il comunicato stampa diramato dalla Comunità croata di Trieste che rende l’evento in sintesi

“Quale migliore occasione della 44. Barcolana, per dare avvìo alle celebrazioni in vista dell’imminente ingresso della Croazia nella Unione Europea, a partire dalla città di Trieste, sede della storica regata velica che accoglie sotto la sua bandiera migliaia di velisti di diverse nazionalità e varia provenienza, accomunati dallo stesso amore per l’ Adriatico, mare dove si incrociano i destini di due paesi da sempre vicini, Italia e Croazia”. Con questa affermazione il presidente della Comunità croata di Trieste, Gian Carlo Damir Murkovic, ha dato inizio al tradizionale ricevimento organizzato nella serata di sabato, che ha visto riuniti numerosi appartenenti alla minoranza croata in Italia, unitamente ai loro amici compresi i rappresentanti delle Comunità religiose serba e greca di Trieste. All’evento hanno portato il loro saluto il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, la presidente della Provincia di Trieste, Maria Teresa Bassa Poropat, accompagnata dal vice presidente nonchè esponente della minoranza slovena
Igor Dolenc, il parlamentare Ettore Rosato e la europarlamentare Debora Serracchiani fautori, assieme ad altri parlamentari italiani, delle ratifica dell’importante accordo di collaborazione culturale tra Italia e Croazia, dopo diversi anni di attesa. Al ricevimento hanno inoltre presenziato il sottosegratario agli affari esteri della Repubblica di Croazia Hrvoje Marusic, l’ambasciatore appena insediato a Roma Damir Grubisa, l’ambasciatore presso la Santa sede Filip Vucak, la console generale a Trieste Nevenka Grdinic e il console generale a Milano Djani Marsan. La serata è stata organizzata in collaborazione con lo sponsor “Marina Frapa”, grande polo nautico e turistico della Dalmazia centrale, capitanata dal “patron” Frane Pasalic, affiancato per l’occasione dal nutrito staff della Marina, che aveva al seguito anche l’imbarcazione “Frapa”, l’unica a gareggiare con un equipaggio formato da otto donne”.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo