abbonati: Post | Commenti | Email

Confagricoltura

0 comments

Nell’ambito della campagna di ascolto delle categorie, ho incontrato ad Azzano Decimo (Pordenone), il presidente regionale di Confagricoltura Piergiovanni Pistoni, il vicepresidente Giorgio Colutta, con i presidenti provinciali Claudio Cressati e Maurizio Anolfo e alcuni imprenditori del settore.
Il presidente Pistoni dopo aver ricordato che quello agricolo è un mondo da sempre complesso, in cui si trovano realtà piccole e piccolissime accanto a quelle più grandi, ha sottolineato che il comparto sente il peso della burocrazia, di un’imposizione fiscale punitiva, di un deficit nella promozione e di una debolezza costitutiva dell’Ente regionale sviluppo agricolo, uno strumento che deve collegarsi a università e categorie per non essere solo fonte di costi. Assolutamente negativo il giudizio sul marchio “Tipicamente friulano”, anche perché le ingenti risorse sono state sprecate senza ritorno per il settore.
Partendo dal presupposto che l’agricoltura ha un ruolo assolutamente centrale per il Friuli Venezia Giulia e che ha bisogno di programmazione, pianificazione settoriale e visione strategica, ho detto che per me è essenziale riprendere il dialogo con il comparto agricolo, istituendo appuntamenti istituzionali periodici promossi dalla regione, e facendo partecipare gli agricoltori a un tavolo regionale del sistema produttivo assieme alle altre categorie. Sarebbe anche utile una mappatura delle aziende sul territorio per reindirizzare le risorse, che non devono andare a pioggia ma favorire le aziende virtuose.
Ho parlato anche del problema del consumo del suolo, su cui l’agricoltura deve avere voce in capitolo quando si tratta di infrastrutture o piani regolatori, perché la terra è un bene che si sta consumando a ritmi impressionanti.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo