abbonati: Post | Commenti | Email

Baltico-Adriatico/8

0 comments

Oggi, assieme al capodelegazione del Pd al Parlamento europeo, David Sassoli, ho indirizzato una lettera al ministro per gli Affari europei, Enzo Moavero Milanesi, e al ministro delle Infrastrutture Corrado Passera per chiedere al Governo di intervenire con la massima determinazione in sede di Consiglio europeo e bloccare le manovre della Slovenia tese ad assicurare un collegamento diretto del porto di Capodistria con il corridoio Adriatico-Baltico.
Ci siamo mossi con estrema urgenza e preoccupazione, in quanto gli eventi che si sono verificati al Consiglio europeo e quelli in fieri alla commissione Trasporti del Parlamento europeo sono passibili di danneggiare gravemente gli interessi del Paese, attraverso la lesione oggettiva delle capacità competitive del porto di Trieste. Il Consiglio europeo ha reintegrato la tratta Graz – Maribor –Lubiana – Capodistria e nei giorni scorsi è stato depositato alla commissione Trasporti del Parlamento europeo un corrispondente emendamento. Il passaggio di tale collegamento prefigura una situazione di pesante svantaggio a carico del porto di Trieste il quale si trova a una decina di chilometri di distanza dal porto di Capodistria, talché i due porti sarebbero facilmente connettibili.
La realizzazione di questo collegamento è fuori dalla logica della cooperazione tra i porti dell’Alto Adriatico e in stridente contrasto con la strategia ispiratrice del core network corridor, in quanto miranti esclusivamente a garantire vantaggi competitivi alla Slovenia e al suo porto di Capodistria, che è già incluso nel Corridoio Mediterraneo.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo