abbonati: Post | Commenti | Email

Tessera sanitaria Ue

0 comments

La Commissione ha risposto a una mia recente interrogazione sulla tessera sanitaria europea. In quell’occasione avevo chiesto un chiarimento in merito al caso di un cittadino italiano che, durante un soggiorno in Repubblica Ceca, aveva avuto bisogno di cure mediche e si era visto recapitare un conto salato per le prestazioni ricevute,
nonostante provenisse da un Paese membro dell’Ue e nonostante fosse munito di tessera sanitaria europea. La Commissione ha risposto per voce del commissario per gli Affari sociali László Andor, spiegando innanzitutto che la normativa dell’Unione in fatto di sicurezza sociale dispone il coordinamento e non l’armonizzazione dei sistemi di sicurezza sociale. Entrando nel merito della vicenda, Andor chiarisce che chi si trova temporaneamente in un altro Stato membro dell’Unione europea o in Islanda, Liechtenstein, Norvegia o Svizzera ha diritto alle cure sanitarie indispensabili fornite dal sistema pubblico di assistenza sanitaria a parità di condizioni con coloro che sono assicurati in tale Paese. Ciò significa che sarà curato alle stesse condizioni ma anche che dovrà pagare qualsiasi importo eventualmente dovuto dal paziente: la tessera europea di assicurazione malattia certifica tale diritto. Nel caso della Repubblica ceca ciò significa che il viaggiatore deve prima rivolgersi a un medico convenzionato con uno dei fondi cechi di assicurazione malattia. Il medico richiederà il pagamento di una piccola quota a carico del paziente e chiederà la firma di un certificato attestante il diritto. All’occorrenza il medico rilascerà copie del certificato per la prescrizione di medicine, esami di laboratorio o altre indagini diagnostiche. Andor riferisce inoltre che, se al viaggiatore viene addebitato il costo integrale della cura, questi potrebbe chiedere il rimborso all’istituto competente al ritorno nel Paese di residenza.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo