abbonati: Post | Commenti | Email

Aussa Corno

0 comments

Ci sono realtà industriali d’eccellenza pronte ad investire per superare la crisi, ma la politica deve impegnarsi per garantire funzionalità delle infrastrutture, accessibilità delle risorse energetiche e tagli alla burocrazia. Ieri ho visitato la zona industriale Aussa Corno, dove sono insediate, fra le altre, l’Aussafer Due, leader internazionale nella lavorazione di metalli, e la vetreria Sangalli, due aziende che occupano centinaia di lavoratori.
In questo momento di crisi riescono a stare sul mercato grazie all’export che garantisce oltre il 70% del fatturato. La Regione dovrebbe aiutarle sfruttando maggiormente le sue competenze per accelerare le procedure di caratterizzazione e liberare nuove aree per insediamenti produttivi. I costi delle risorse energetiche pesano sulle aziende (la sola Sangalli dal 2011 al 2012 ha pagato 10 milioni di euro in più per gas e elettricità) ed è quindi necessario che la Regione faccia la sua parte puntando sulla centrale a turbogas Edison come centrale di sito con agevolazioni per le industrie insediate.
Ho anche visitato la Capitaneria di Porto, dove incontrando il Comandante Luigi Spalluto, ho rilevato che la piena funzionalità del porto è limitata dal mancato completamento dei dragaggi dei fondali d’accesso.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo