abbonati: Post | Commenti | Email

Crisi aziendali

0 comments

Le crisi aziendali a cui assistiamo con preoccupante frequenza sfuggono sempre più spesso alle capacità di risoluzione dei singoli governi nazionali e ancor più degli enti locali: riguardano infatti processi di riorganizzazione messi in opera dalle multinazionali dei vari settori. I governi nazionali non sembrano in grado di affrontare adeguatamente queste grandi ristrutturazioni di aziende internazionali che richiedono un approccio europeo.
Per questo motivo al Parlamento Europeo abbiamo approvato una relazione per chiedere alla Commissione di avanzare una proposta legislativa che crei dei livelli minimi europei di salvaguardia dei lavoratori che incorrono in ristrutturazioni aziendali di questo tipo.
Serve una legislazione europea in cui queste ristrutturazioni siano prese in considerazione come tali, e sia prevista una loro gestione equa ed equilibrata, allorché si verificano. Oggi più che mai la situazione di molte aziende colpite dalla crisi spinge ad agire tempestivamente, affinché i continui e profondi cambiamenti di scenario globale, che aumentano notevolmente il rischio d’impresa, possano essere affrontati limitando i rischi, in modo che anche una eventuale ristrutturazione aziendale non debba necessariamente diventare causa di perdita di posti di lavoro per i lavoratori, bensì possa trasformarsi in un’opportunità. L’auspicio è che la Commissione adotti misure che tutelino i lavoratori e che coinvolgano tutti gli stakeholders, comprese le parti sociali.

Leggi la relazione

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo