abbonati: Post | Commenti | Email

Danube

0 comments

La Commissione europea ha fatto una proposta di mappatura dei territori eleggibili ai fini dell’accesso ai fondi comunitari che saranno messi a disposizione nel prossimo ciclo di programmazione finanziaria dell’Unione europea (2014-2020). Tra questi programmi, c’è il “Danube”, già avanzato, del quale fanno parte Germania, Austria, Ungheria, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Slovenia, Bulgaria, Romania, Croazia (in previsione dell’adesione alla Ue), con l’aggiunta di Serbia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro e come “nazioni confinanti” Moldavia e Ucraina. Al momento, il Friuli Venezia Giulia è fuori, e dunque occorre al più presto rivedere la prospettata mappatura delle macroregioni.
Ho inviato alla Direzione generale per le politiche dei fondi strutturali comunitari e alla Direzione dell’Ufficio Analisi degli andamenti e delle prospettive delle politiche regionali dell’Unione Europea, presso il Ministero dello Sviluppo economico una lettera per chiedere la piena inclusione della regione Friuli Venezia Giulia nel programma europeo “Danube”.
Come parlamentare europea del Friuli Venezia Giulia avverto l’impellenza di evidenziare un grave rischio di emarginazione che corre la mia Regione e l’Italia nel suo complesso: nell’ambito della risposta del Ministero alla Commissione europea in merito al nuovo programma “Danube”, è di assoluta priorità evitare la totale esclusione dell’Italia dalla mappatura della Macroregione Danubiana e dall’attuazione della relativa strategia di sviluppo. Tale soluzione correttiva permetterebbe di non vanificare l’azione già dispiegata con successo nelle passate programmazioni e potrebbe avvenire consentendo alla regione Friuli Venezia Giulia una piena inclusione al programma “Danube”.
Ciò potrebbe avvenire anche in ragione del fatto che il Friuli Venezia Giulia è stato inserito dalla Commissione europea nel bacino fluviale danubiano assieme al suo sistema portuale, così come più volte evidenziato dalla DG Trasporti.
Ottenere l’inclusione della regione autonoma Friuli Venezia Giulia nel Programma “Danube” è un obiettivo del tutto giustificato, e offrirebbe all’intero Paese l’opportunità di avere un accesso alla Strategia Danubiana.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo