abbonati: Post | Commenti | Email

Ripartire

0 comments

Il comparto dell’edilizia può essere sostenuto e aiutato a ripartire se la Regione prende i provvedimenti che sono nelle sue competenze, come impostare il piano paesaggistico.
Su un problema serio come quello generato dal blocco dei progetti da parte della Soprintendenza il Pd ha già interpellato formalmente il Governo, ma lo strumento che individua le regole per la trasformazione del territorio e che disciplina i rapporti con la soprintendenza è il piano paesaggistico, e questo è di competenza della Regione. Visto che siamo agli sgoccioli della legislatura è improbabile che la giunta Tondo vi metta mano come avrebbe dovuto, ma senz’altro noi ce ne assumiamo l’impegno. Che il problema ci stia a cuore lo attesta il fatto che abbiamo voluto includere la tutela paesistica tra i punti del nuovo protocollo che dovranno stipulare Stato e Regione.
Nell’accordo sottoscritto con Bersani abbiamo anche introdotto la possibilità di definire in modo originale il patto di stabilità tra Stato e regione Friuli Venezia Giulia mirando a raggiungere la piena competenza e capacità del sistema regione di continuare a produrre ricchezza e quindi a generare risorse. Sono le risorse che devono essere impiegate anche dagli enti locali per avviare quelle opere pubbliche ora bloccate da un tappo fatto al tempo stesso di burocrazia e inerzia.
Rilanciare l’edilizia vuol dire anche riorientare incentivi e risorse pubbliche per limitare il consumo di suolo, vera emergenza del nostro paese, e puntare alla rigenerazione del costruito e dei centri abitati.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo