abbonati: Post | Commenti | Email

Una giornata frenetica e piena di tensioni ma ne valeva la pena

0 comments

1422650002540_serracchiani_speriamo_che_appello_di_renzi_venga_accolto_thumbnail_1Quella di ieri è stata la giornata di maggiore tensione. Siamo consapevoli delle scelte che ci attendono sulle riforme, ma le decisioni da prendere sono legate anche ai rapporti con gli altri partiti, da Ned a Forza Italia.

Ho cominciato il lavoro alle 8, nella sede della Regione per smistare la posta.

Poco prima delle 9.30 sono arrivata alla Camera, per il voto, e da Montecitorio sono uscita a sera.

Incontri, colloqui, confronti si sono intrecciati per l’intera giornata. Con il deputato del Pd Paolo Coppola siamo riusciti a mangiare un boccone alla buvette-lo storico bar all’interno di Montecitorio. Sono state ore frenetiche. Quelle dove appena provi a mettere il naso fuori dall’Aula c’è qualcuno che ha bisogno di parlarti, cronisti compresi.

Nel cortile interno alla Camera ogni televisione ha il proprio gazebo dal quale trasmette in diretta, da mattina a sera, ciò che accade soprattutto tra i corridoi e le molte stanze del palazzo. Ecco, posso dire d’aver provato l’ebbrezza di fare il giro di tutti i gazebo delle Tv. Anche facendo i complimenti agli operatori  dell’informazione. Sono degli eroi.

Le ore di lavoro sono molte, la concentrazione non deve calare mai e in questi giorni a Roma il tempo non aiuta, fa molto freddo e piove. Chi ha potuto vedermi avrà notato il naso diventare rosso e gli occhi lucidi per la temperatura esterna.

La sede del Pd a sera, per un collegamento con la Rai, era decisamente più comoda.

Nel pomeriggio con altri colleghi dem abbiamo incontrato il segretario nazionale Matteo Renzi. Con lui abbiamo fatto il punto sulle riforme. Era necessario farlo, non perché gli alleati non hanno visto bene la scelta del nostro candidato al Quirinale, Sergio Mattarella, ma perché stiamo lavorando con un’agenda molto serrata e, quindi, non possiamo perdere giornate.
Abbiamo l’obiettivo di fare in tempi brevi le riforme e di farle bene. Dobbiamo raggiungerlo. Siamo consapevoli che questo è uno dei tanti passaggi che impegnano il Governo e il Parlamento. Da una parte c’è la consapevolezza del momento importante che stiamo vivendo, quello dell’elezione del presidente della Repubblica che speriamo sia largamente condivisa.

Dall’altra abbiamo delle riforme che stiamo seguendo con grande puntualità e che ci vedono di nuovo impegnati sul JobsAct, sulla delega fiscale. Stiamo facendo un lavoro che non può conoscere pause. Quello che sto per affrontare sarà il grande giorno
dell’elezione del nuovo Capo dello Stato.

C’è molta attesa, anche dopo l’appello di Renzi a non buttare via l’opportunità di votare una persona per bene come Mattarella. Ci aspettiamo una larga condivisione. Non sono scaramantica, ma vai la pena tenere le dita incrociate.

Fonte: Diario di un grande lettore – Una giornata frenetica e piena di tensioni ma ne valeva la pena pubblicato su Messaggero Veneto

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo