abbonati: Post | Commenti | Email

L’europea Jo Cox

0 comments

Cox Il Referendum del prossimo 23 giugno in Gran Bretagna sarà fondamentale per il futuro dell’UE. Siamo alla vigilia di un momento importante, forse più delicato di quanto ci stiamo rendendo conto tutti quanti.
In questo clima che preoccupa anche la BCE per le ripercussioni che già sta avendo l’incertezza legata all’esito del referendum, si inserisce il gravissimo attentato contro la deputata laburista inglese Jo Cox, una donna europea.
L’uomo che le ha sparato gridando “Prima i britannici” incarna uno degli aspetti più inquietanti e pericolosi dell’insorgente nazionalismo e dei populismi di destra che si rinfocolano in varie parti d’Europa.
Alla famiglia e al Labour Party va il nostro cordoglio. A tutti coloro che in ogni Paese membro dell’Unione europea credono nel valore di un cammino comune va l’appello a un maggiore impegno, personale e politico, a non perdere l’orientamento in un periodo difficile.
L’Italia è il Paese che più si è impegnato per un’Europa unita, che però deve necessariamente cambiare registro di marcia.
Non si può continuare soltanto a ragionare con il libro dei conti in mano, assillati dall’austerity e vincolati in modo quasi ineluttabile alle logiche dei sistemi finanziari. Occorre invece maggiore attenzione ai cittadini e al tema della crescita.
Bisogna crederci di più, auspicando che anche i britannici ci credano allo stesso modo, perché l’uscita del Regno Unito dalla UE sarebbe un fatto negativo per tutti gli europei.
Noi, comunque, possiamo assicurare che nonostante tutto quello che potrebbe accadere, terremo la testa alta e sapremo far fronte agli eventi, come abbiamo sempre fatto.

Segnala questo post anche su:

Technorati Tags: , , , , ,

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo