abbonati: Post | Commenti | Email

False verità/3

0 comments

il-fatto-quotidiano Con un articolo firmato da Thomas Mackinson, ancora una volta il Fatto Quotidiano si traveste da giornale d’inchiesta e getta in pasto alla rete una mia immagine deforme. Basta sbattere nel titolo la tesi precotta e imbastire un testo in cui le allusioni hanno la meglio sulla realtà, mettere il testo online e il gioco è Fatto: io, Debora Serracchiani, ho contribuito a licenziare 18 operai.

E’ falso, ovviamente, ed ecco perché.

La mia professione è quella di avvocato specializzato in diritto del lavoro. L’ho esercitata fino all’inizio del mio impegno in politica e intendo tornare ad esercitarla quando il mio impegno, che ritengo giustamente temporaneo, terminerà.

In particolare nell’aprile 2013, quando sono stata eletta Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, mi sono autosospesa dall’attività professionale. Autosospendersi significa non avere la possibilità di esercitare e di trarre profitto dall’attività professionale, ma permette di conservare il titolo di avvocato. Con l’avallo del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Udine ho dunque costituito un’associazione professionale con il collega Lorenzo Gennari che è l’unico a svolgere l’attività professionale, è l’unico interlocutore con i clienti, è l’unico che gestisce lo studio, firma i mandati e tutti gli atti relativi allo studio.

Da quando mi sono autosospesa non ho più firmato un atto e non ho più percepito alcunché dall’attività professionale, senza mai interfacciarmi con la clientela e non seguendo alcuna pratica dello studio, né direttamente né indirettamente.

Ecco dunque perché non ho nulla a che fare con il licenziamento di quei 18 operai.

Segnala questo post anche su:

Leave a Reply

Prossimi appuntamenti

Clicca su Agenda per visualizzare il calendario completo