Questo no.

berlusconi  erito

Uno squilibrato ha ferito Silvio Berlusconi al termine di un comizio a Milano.

Parleremo poi anche degli spropositi che ha detto. Ma ora voglio dire che di fronte a una faccia insanguinata la mia reazione è di profondo rammarico e solidarietà.

Non dobbiamo perdere di vista il fatto che, qualitativamente, c’è un baratro tra lo scontro politico o la violenza verbale, anche durissima, e l’attacco fisico a una persona.

Per quanto mi riguarda è un limite invalicabile che vale per tutti senza eccezioni, senza sorrisetti, e senza inopportuni distinguo.

Anche per questo, pur conoscendo bene la natura un po’ anarchica e ribelle della rete, mi dispiace vedere una persona malata che ha aggredito il presidente del consiglio diventare oggetto di ammirazione virtuale.

Non solo credo sia fuori luogo qualunque strumentalizzazione politica su un fatto in cui la politica c’entra assai poco, ma mi chiedo pure se non sia chiaro a tutti che da questa triste vicenda Berlusconi può uscirne solo mediaticamente rafforzato.

Utile precisazione per Di Pietro: nemmeno io sono una buonista ipocrita.

“Attenti alle candidate civetta”… intervista di Blogosfere a Milano

Questa è la seconda parte dell’intervento, riportato nell’articolo sul blog Schegge di vetro.

httpvh://www.youtube.com/watch?v=o0kz5sA6bCU

Seconda parte

Clicca qui per vedere la prima parte.